Requisiti di sicurezza delle scarpe antinfortunistiche

categorie sicurezza scarpe da lavoro
Le scarpe antinfortunistiche servono per evitare infortuni sul lavoro e variano molto in base all’attività che bisogna eseguire. Le scarpe si definiscono “antinfortunistiche” sulla base di alcuni leggi dell’Unione Europea che stabiliscono quali certificazioni e test devono superare le calzature per garantire la sicurezza per quell’attività.
Essenzialmente, ci sono 6 categorie di scarpe antinfortunistiche che sono SB, S1, S2, S3, S4, S5 (o S1P). Ogni categoria garantisce una sicurezza crescente e integra diversi requisiti di sicurezza. Infine, le calzature possono integrare dei requisiti opzionali di sicurezza.

Requisiti di sicurezza delle scarpe antinfortunistiche:

= classificazione: la scarpa è in cuoio o altri materiali e sono escluse calzature interamente di gomma o materiale polimerico

FO / ORO = Resistenza della suola agli idrocarburi
A = Antistaticità: le cariche elettrostatiche vengono dissipate, in modo da ridurre il rischio di incendio o esplosione dove ci sono sostanze infiammabili. Il livello di antistaticità deve essere misurato in base al suolo, che non deve avere una resistenza più alta di quella della calzatura, altrimenti l’annullerebbe rendendo impossibile la dissipazione delle cariche elettrostatiche. Tra il sottopiede della calzatura e il piede del portatore non va inserito nessun elemento isolante; inoltre se si vuole inserire una soletta per risultare più comodi bisogna verificare le proprietà elettriche combinate della calzatura e della soletta in modo da garantire almeno il livello originario di antistaticità.
E = Protezione del tallone dagli urti
WRU = Penetrazione / Assorbimento dell’acqua
P = Resistenza alla perforazione = all’interno della suola si inserisce una soletta antiperforazione abbastanza grande da garantire la protezione di tutto il piede.

Requisiti opzionali

C = conduttività: si usa quando è necessario ridurre al minimo l’accumulo di cariche elettrostatiche dissipandole nei tempi più brevi possibili. Il livello di conduttività si misura in base alla resistenza del suolo di lavoro, che non deve avere una resistenza così alta da annullare la protezione fornita dalla calzatura. Inoltre no si deve introdurre nessun elemento isolante tra il sottopiede della calzatura e il piede del portatore.
HI = isolamento al calore: quando bisogna proteggere il piede dal calore esterno. La norma minima è: garantire la temperatura massima di 22° per almeno 30 minuti, quando la calzatura è a contatto con un suolo caldo fino a 150°.
CI = isolamento al freddo: il principio inverso, la calzatura mantiene il calore del piede quando si lavora in ambienti freddi o esposti a esso.
HRO = resistenza al calore da contatto: la suola garantisce un’azione protettiva per quando si lavora in ambienti il cui suolo è estremamente caldo. La prova dettata dalle norme europee è mantenere il contatto con un suolo a 300° per 1 minuto.
I = calzatura isolata elettricamente = requisito indicato per lavori in cui può esserci il contatto con parti in tensione
M = protezione del metatarso: protezione aggiuntiva del metatarso, appena sopra le dita del piede.
CR = resistenza al taglio: la calzatura resiste al taglio per un’altezza di almeno 3 cm a partire dalla suola
AN = protezione alla caviglia: supplemento della protezione E, si protegge la caviglia dell’indossatore da urti accidentali.
_ Antiscivolo
SRA: la calzatura viene provata sulla ceramica su un suolo lubrificato da acqua e detergente.
SRB: la calzatura viene provata sull’acciaio sul suolo lubrificato da glicerina.
SRC: SRA + SRB: la calzatura è stata provata e ha superato entrambi i test precedenti

Categorie di sicurezza

SB= requisiti di base: il puntale resiste a 200 joule, strappo, abrasione, idrocarburi; antiscivolo; permeabile al vapore; ha la suola antisdrucciolo; altezza minima della tomaia attaccata alla suola; resistenza agli idrocarburi. [obbligatori: FO, SRA]
S1 = Caratteristiche di SB integrate con: Antistaticità; Assorbimento degli urti sul tallone; Calzatura chiusa posteriormente. [Obbligatori: E, A, FO, SRA]
S2 = Stesse caratteristiche di S1, in aggiunta l’impermeabilità alla penetrazione dell’acqua [Obbligatori: A, E,WRU, FO, SRB]
S3 = Stesse caratteristiche di S2, in aggiunta la lamina antiperforazione e suola scolpita o tassellata [Obbligatori: A, E, WRU, P, ORO, SRC]
S4 = Stesse caratteristiche di S1 integrate da maggiore resistenza agli idrocarburi [Obbligatori: E, A, ORO, SRA]
S5 (o S1P) = Stesse caratteristiche di S4 integrate da lama antiperforazione [Obbligatori: E, A, ORO, SRA, P]
Maggiori informazioni su www.scarpeantinfortunistiche.org

Be the first to comment on "Requisiti di sicurezza delle scarpe antinfortunistiche"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*