Motosega a batterie – una novità utile e pratica

Con l’arrivo della primavera si apre la stagione della potatura, e se volete conferire al vostro giardino un aspetto curato o mantenere i vostri alberi da frutto in buona salute, una potatura accurata è indispensabile. A facilitare le cose c’è la motosega a batteria, utilissimo strumento innovativo che consente di effettuare una potatura precisa in modo semplice e agevole. La sa caratteristica principale risiede nella grande versatilità e nell’alimentaizone a batteria: questo tipo di motosega infatti è adattissimo per tutti i lavori di potatura fai da te, e per altre opere nel settore della manutenzione di giardini e piccoli frutteti. La motosega a batterie è particolarmente adatta per tutti coloro che desiderano mantenere in ordine il proprio giardino ma hanno bisogno di un consumo di potenza moderato. É adatta anche a persone dalla corporatura minuta e ai non professionisti.

Le caratteristiche della motosega a batteria

La caratteristica principale che differenza una motosega a batteria da una motosega classica è la potenza del motore. I modelli elettrici hanno una potenza minore, ma questo non gioca a discapito della qualità delle sue performance: semplicemente la motosega a batteria è più adatta a lavori leggeri e di piccola entità. Questo tipo di motosega è più leggera e maneggevole, di facile manutenzione e facilmente gestibile anche da persone di corporatura minuta e poco pratiche di motoseghe. A differenza della motosega classica, quella a batteria non prevede l’uso di miscele da preparare in anticipo, ed elimina del tutto il fastidio dei fumi di scarico del motore. Più silenziosa della motosega classica, la motosega elettrica ha anche un impatto di vibrazione molto ridotto, che ne migliora l’esperienza di utilizzo. I modelli a batteria sono ormai così avanzati e performanti che la resa del lavoro è sostanzialmente pari a quella delle motoseghe classiche.

L’evoluzione delle motoseghe elettriche

La motosega a batteria è l’evoluzione concettuale e tecnica della motosega elettrica di un tempo, che veniva alimentata tramite un filo collegato alla presa. Questo rendeva il loro utilizzo particolarmente scomodo e piuttosto pericoloso. La necessità di una posizione prossima alle prese della corrente riduceva la quantità di lavoro realmente fattibile: infatti la motosega elettrica era utilizzabile solo in giardini non molto estesi, e non poteva essere usata per operazioni di potatura su rami alti. Al giorno d’oggi invece, la tecnologia dei sistemi di lame e dell’alimentaizone è notevolmente migliorata, e i modelli a batteria hanno un’ampia diffusione e una buona distribuzione, accanto alle linee classiche di motoseghe per potatura a motore a scoppio. La motosega a batterie consente di superare i limiti della vecchia motosega elettrica,essendo facilmente trasportabile, versatile e adatta all’uso lontano da prese della corrente. Le batterie sono basate sulla tecnologia dell’acucmulatore agli ioni di litio, e il comparto batteria non incide sul peso e sulla manovrabilità dell’attrezzo. Scopri tutte le caratteristiche e le marche produttrici su motosegatop.com , il sito dedicato a recensioni e guide all’acquisto di motoseghe.

Manovrabilità e utilizzo della motosega a batteria

La grande versatilità e il design leggero ed ergonomico della motosega a batteria l’hanno resa uno strumento molto popolare e accessibile a tutti.A differenza della motosega classica, che necessita un certo grado di dimestichezza e preparazione, la motosega a batteria è accessibile anche a chi non è esperto, a chi cura il giardino in modo non professionale e si dedica a questo hobby per la prima volta. La motosega a batterie è stata ideata per massimizzare la resa e la facilità di gestione e per questo motivo molte persone si cimentano per la prima volta nella cura delle piante e nei lavori manuali, entusiasti della loro motosega. Ma non bisogna dimenticare che quelle a batteria sono delle vere e proprie motoseghe, e comportano lo stesso tasso di rischio della motosega classica. Per questo motivo non bisogna trattare il lavoro con la motosega a batteria con leggerezza: sarà necessario seguire tutte le norme di sicurezza che si seguono normalmente durante il lavoro con le motoseghe classiche. Per prima cosa è necessario accertarsi che la zona sulla quale si opera sia priva di eventuali ingombri che potrebbero causare pericolosissime cadute, come cavi o tubature. Successivamente si dovranno indossare gli indumenti antitaglio e le calzature da lavoro, i guanti, la mascherina per proteggere gli occhi e il casco. Non bisogna dimenticare i tappi per le orecchie, necessari a proteggere l’udito: anche se la rumorosità è di certo minore di quelle classiche, anche le motoseghe a batteria producono rumore e bisogna tutelarsi.

Be the first to comment on "Motosega a batterie – una novità utile e pratica"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*